Noi

Il Circolo dei Forestieri fu edificato al centro di Bagni di Lucca nella seconda metà dell’800, in conseguenza all’eccezionale affluenza di turisti stranieri, legati alla corte francese di Elisa Bonaparte prima ed alla numerosissima colonia inglese poi, che avevano trovato qui una fresca, accogliente e vivace alternativa estiva a Lucca, Pisa e Firenze.

Questo superbo edificio, nella sua prima struttura, era costituito da un unico salone altissimo che occupava i due piani. Innumerevoli furono le feste e le cerimonie svolte per il piacere degli illustri frequentatori di queste terme considerate fin dal XV secolo le prime d’Italia, ed in questa sala suonò più volte un giovanissimo Giacomo Puccini, che intratteneva i invitati durante le ricorrenti feste da ballo per guadagnare qualche lira.

Nel 1928 l’edificio subì una profonda ristrutturazione interna, furono create il primo piano e il terrazzo sulla piazza che ampliarono le sue possibilità di utilizzo. Di fatti proprio al primo piano, in contemporanea con il più antico Casino Reale, giro numerose volte la pallina della roulette sotto l’occhio attento e divertito dell’allora ministro degli esteri Galeazzo Ciano in compagnia della moglie Edda Mussolini. Corredato fino agli anni ’60 da un artistica cancellata liberty che ne regolava l’ingresso della piazza, l’edificio era incorniciato fino a pochi anni fa da otto grandiosi platani chiudendo a volta sopra la piazza, offrivano un scenario di altissimo valore sia naturalistico che architettonico. La realizzazione nel 1979 di un ristorante di ottimo livello al piano terreno ha permesso il restauro e la conservazione di questo splendido edificio, simbolo odierno di una classe e di una singolarità che non e mai venuta meno nell’antica storia di Bagni di Lucca.